Logo per la stampa
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente

 

Piano provinciale di gestione dei rifiuti - Stralcio per la gestione dei rifiuti urbani

Approvato in via preliminare il Quinto aggiornamento (Delibera n° 2399 del 30/12/2021)

Il quinto aggiornamento del Piano, elaborato dall’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente, analizza la situazione attuale, evidenzia le principali criticità e necessità di adeguamento alle direttive europee e alla normativa nazionale, nonché individua le azioni o gli interventi da implementare nella gestione dei rifiuti urbani introducendo nuovi indicatori di attuazione della pianificazione. Per quanto riguarda la procedura di adozione del Piano, l’art. 65, comma 3, del T.U.L.P. prevede che, prima dell’approvazione definitiva da parte della Giunta provinciale, la proposta di piano venga trasmessa alle Comunità di Valle e ai Comuni, per l’eventuale formulazione, entro 45 giorni, di osservazioni in ordine alle parti del piano che riguardano il rispettivo territorio. Una volta adottata la proposta di Piano e il corredato rapporto ambientale è previsto lo svolgimento di una fase di pubblicazione e consultazione pubblica, con l’acquisizione dei contributi dei soggetti competenti in materia ambientale, nonché eventualmente della Provincia autonoma di Bolzano e delle regioni confinanti ai sensi dell’art. 7 del decreto del Presidente della Provincia 3 settembre 2021, n. 17-51/Leg.. Tale fase, della durata di sessanta giorni, si svolge contestualmente al coinvolgimento dei Comuni e delle Comunità di Valle previsto dall’art. 65 del T.U.L.P. La presentazione delle osservazioni vanno inviate al:   rifiuti.appa@pec.provincia.tn.it , entro il termine del 23 marzo 2022.

In sintesi, le linee di sviluppo del Piano sono le seguenti:

  • prevenzione della produzione di rifiuti tramite l’elaborazione del Programma provinciale di
    prevenzione dei rifiuti;
  • incentivazione dei principi dell’economia circolare anche con il perseguimento della gerarchia dei rifiuti;
  • determinazione delle misure per incoraggiare la preparazione al riutilizzo, la riduzione dello
    smaltimento in discarica, l’uso di prodotti e materiali riciclati;
  • miglioramento della qualità delle frazioni differenziate e contestuale mantenimento di un elevato livello di raccolta differenziata;
  • perseguimento dell’obiettivo di autosufficienza territoriale anche tramite le linee del Programma Nazionale di Gestione dei rifiuti;
  • monitoraggio trasparente dell’andamento della gestione dei rifiuti urbani tramite opportuni indicatori;
  • ottimizzazione territoriale della raccolta dei rifiuti urbani.

Il Piano definisce tutti gli scenari di sviluppo del sistema provinciale di gestione dei rifiuti, elaborando quindi gli strumenti di valutazione necessari per la scelta delle misure da adottare.


Consulta qui di seguito gli allegati del Piano o Accedi all'area download dei relativi PDF

 

 

 
Per maggiori approfondimenti: