Logo per la stampa
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente

 

Eco-Luce e risparmio energetico


convegno
Aula magna del Museo Tridentino di Scienze Naturali - Trento, via Calepina 14
Venerdì 18 gennaio 2008, dalle ore 9.00 alle 12.30

Il Museo Tridentino di Scienze Naturali venerdì 18 gennaio 2008, a partire dalle ore 9.00, ospiterà il convegno "Eco-Luce e risparmio energetico", dedicato alle tematiche sull'inquinamento luminoso e alla discussione sulla recente legge provinciale n. 16/07 che introduce nuovi, importanti parametri nella progettazione illuminotecnica allo scopo di ridurre l'inquinamento luminoso.
Durante la giornata saranno presentati numerosi esempi pratici di progettazione illuminotecnica sul territorio, prestando particolare attenzione alla qualità di realizzazione.
Il convegno è un'iniziativa di Siteco TECHNE - Tecnologie per l'illuminazione, con la collaborazione di CieloBuio, APIL - Associazione Professionisti dell'Illuminazione e Museo Tridentino di Scienze Naturali.
È facile rendersi conto che la nostra civiltà ha fatto dell'illuminazione incontrollata una sua caratteristica peculiare: le immagini riprese dai satelliti durante le ore notturne mostrano il nostro pianeta illuminato da una fitta trama di luci, che disegnano con grande fedeltà il profilo tecnologico delle nazioni. USA, Europa e Giappone, i cui abitanti costituiscono 1/4 della popolazione mondiale, consumano da soli 3/4 dell'energia che vediamo risplendere di notte. Tutto ciò, agli occhi dello studioso, mostra la dispendiosa tendenza a illuminare senza alcuna utilità il cielo impedendo in gran parte del globo le osservazioni celesti, ormai possibili, a livello altamente professionale e con grandi telescopi, solo in luoghi isolati e difficilmente accessibili (deserti, zone montagnose ...).
Non finisce mai di sorprendere il fatto che la tutela dell'ambiente, che coinvolge in prima persona le istituzioni così come i cittadini, sia rivolta in massima parte alla tutela di foreste, ambienti montani o marini, mentre quasi nulla è fatto per salvaguardare uno dei patrimoni naturali assolutamente più preziosi: la notte, il contatto più diretto che l'uomo ha avuto per millenni con i misteri ed il fascino del creato.
La riduzione dell'inquinamento luminoso si tradurrebbe in un forte risparmio economico, nella riduzione di emissione inquinanti e nel miglioramento conseguente del nostro ambiente: ne avremmo solo da guadagnare.