Logo per la stampa
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente

 

Viticoltura per i cittadini: una scelta sana e sostenibile


Il laboratorio territoriale della Vallagarina organizza Viticoltura per i Cittadini - Una scelta sana e sostenibile, Giovedý 30 settembre 2010 Ore 20.30
Via Navicello, 3 - 38068 Rovereto

La finalitÓ dell'iniziativa Ŕ quella di avvicinare cittadini ed agricoltori alla coltura/cultura della vite, in altre parole la coltura prevalente della Vallagarina, con la volontÓ di superare pregiudizi e false credenze e di rispondere ad una concreata richiesta di informazione.

Attraverso tale incontro si cercherÓ di:
- fornire informazioni scientifiche in merito al fenomeno del bioaccumulo per chi consuma prodotti agricoli;
- capire se ci siano particolari conseguenze per chi abita nei pressi di campi coltivati a vite;
- comprendere le principali caratteristiche della viticoltura (agricoltura convenzionale e biologica);
- analizzare gli effetti della distribuzione di sostanze chimiche per la salute e per l'ambiente;
- considerare le principali indicazioni fornite dagli enti competenti ai produttori agricoli (concimazione, trattamenti antiparassitari);
- dare esempi concreti (Cantina di Lavis e Atabio).

Relatori:

Dott. Angelo Giovanazzi
Direttore Medicina del Lavoro
Nucleo Azienda Provinciale Servizi Sanitari Tn
Tutela della salute dei viticoltori trentini di fronte ai rischi agricoli.

Dott. Enzo Mascalchin e Dott.ssa Luisa Mattevi ,
UnitÓ Sperimentazione Agraria e Agricoltura Sostenibile Istituto Agrario San Michele all'Adige
Esperienze di "viticoltura sostenibile" in Trentino

Dott. Maurizio Bottura,
UnitÓ viticoltura Istituto Agrario San Michele all'Adige
Evoluzione agronomica e della difesa fitosanitaria in viticoltura

Moderatore: dott.ssa Monica Santini
Rete trentina di educazione ambientale per lo sviluppo sostenibile
Saranno presenti
Responsabile Viticolo Corrado Aldrighetti
Ivo Gelmini Referente dell'Associazione trentinca agricoltura biologica e biodinamica

 
Il manifesto dell'evento