Logo per la stampa
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente

 

Rotta Sauch: tenzone fotografica fra inverno e primavera


La Rete trentina di educazione ambientale dell'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente (Appa), in collaborazione e con il patrocinio dei Comuni di Cembra e Giovo, lancia la tenzone fotografica "Scatti alla Rotta Sauch, suggestioni inverno e primavera"

La Rotta Sauch è un Centro di esperienza della Rete trentina di educazione ambientale dal 2004, in convenzione con i Comuni di Cembra e Giovo. Possono partecipare alla tenzone fotografica dilettanti e/o professionisti con due scatti digitali, uno realizzato in inverno e uno in primavera. La scadenza è il 31 maggio 2009.

L'iniziativa è stata presentata Lunedì 19 Gennaio dalla referente della rete di educazione ambientale dell'Appa Lucia Rigotti, assieme a Maddalena Di Tolla Deflorian, referente del Centro di esperienza Rotta Sauch, Stefano Brugnara, assessore all' Ambiente e Cultura del Comune di Giovo, Fabrizio Gottardi, Assessore al Turismo del Comune di Cembra. Il roccolo del Sauch è un luogo unico in Trentino, a cui guardano con attenzione anche le regioni limitrofe; in passato uno strumento a disposizione dei cacciatori, oggi esso è in pari misura un luogo di interesse scientifico - dove il Museo tridentino di scienze naturali, nelle due ultime settimane di ottobre, procede al monitoraggio e all'inanellamento dell'avifauna migratoria - e di educazione ambientale, con lo sviluppo di iniziative mirate, per bambini, ragazzi, adulti e famiglie (un solo dato: lo scorso anno le persone che hanno approfittato delle "porte aperte" durante la fase del monitoraggio sono state oltre 400).

 

Il Centro Sauch è quindi uno dei fiori all'occhiello della rete realizzata in questi anni dall'Appa, che comprende da un lato i laboratori presenti in tutti i comprensori del Trentino (in genere in luoghi più "istituzionali") e dall'altro i centri di esperienza, particolarmente significativi sul piano naturalistico e non solo: come spiegato dagli amministratori dei Comuni interessati, la Rotta Sauch, che comprende, oltre al roccolo (messo ancora oggi a disposizione dal suo proprietario, Ettore Brugnara), anche zone umide e ambienti forestali di particolare pregio, è nota per il passaggio del Dürer, che in valle di Cembra ha trovato stimoli preziosi per la sua attività artistica.
L'obiettivo della tenzone fotografica è quindi far conoscere ed apprezzare ulteriormente la zona della Rotta Sauch, ambiente di grande bellezza, caratterizzato da un esemplare bosco misto, dal porfido del Dossone di Cembra, dalla torbiera del Lagabrun (riserva protetta), dalla notevole struttura vegetale del roccolo Sauch stesso e dalla rotta di uccelli migratori in primavera e autunno. Un altro scopo della tenzone è produrre un archivio fotografico a disposizione delle attività dei Comuni di Cembra e Giovo e dell'Appa stessa.

 

Ai fotografi - dilettanti e non - si chiede di partecipare con due immagini digitali, una invernale e una primaverile. Non essendo questo un concorso a premi, non ci sarà un unico vincitore: verranno invece selezionati i primi 10 ex-equo, le cui fotografie verranno adeguatamente valorizzate e resteranno nella disponibilità gratuita delle due amministrazioni comunali di Cembra e Giovo nonché della Rete trentina di Educazione Ambientale, per le loro attività istituzionali, di promozione e educazione ambientale. Le foto, in formato digitale, vanno inviate entro il 3 maggio all'indirizzo internet: CE.EdAmb.rottasauch@provincia.tn.it
È possibile anche effettuare una visita di presentazione del contesto (e di ispirazione), prima di scattare le foto, con l'educatrice ambientale referente del Centro di esperienza: informazioni e prenotazioni visita guidata tel. 349/2302344, Maddalena Di Tolla Deflorian.

 
Approfondisci:
Scarica gli allegati: