Logo per la stampa
 
Siete in:  APPA / EVENTI E APPUNTAMENTI
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente

 

APPA e APRIE dialogano con il Ministero: combustione domestica della biomassa legnosa e inquinamento atmosferico

a Trento Lunedì 2 e Martedì 3 dicembre , presso l’Aula Grande della Fondazione B. Kessler; rivolto al personale delle Amministrazioni provinciali e locali delle Province di Trento e Bolzano.

A Trento un evento di due giorni organizzato dal Ministero dell'Ambiente e rivolto alle Province autonome di Trento e Bolzano sulle buone pratiche per ridurre le emissioni inquinanti.


Si terrà a Trento Lunedì 2 e Martedì 3 dicembre , presso l’Aula Grande della Fondazione B. Kessler, il Laboratorio Tematico “Combustione della biomassa ad uso civile. Buone pratiche e problemi aperti: enti locali a confronto”, organizzato dal Ministero dell'Ambiente nell'ambito del progetto CReIAMO PA - Competenze e reti per l’integrazione ambientale e per il miglioramento delle organizzazioni della Pubblica Amministrazione - e rivolto al personale delle Amministrazioni provinciali e locali delle Province di Trento e Bolzano.
 

Il progetto ministeriale CReIAMO PA ha lo scopo di rafforzare la capacità amministrativa degli enti territoriali, migliorare la qualità e l’efficacia nella definizione e nella programmazione e nell’attuazione delle politiche ambientali ai vari livelli, attraverso il potenziamento delle competenze del personale delle amministrazioni e la diffusione di pratiche e strumenti volti a garantire una migliore gestione dei processi operativi, gestionali e decisionali.
 

Lo scopo del Laboratorio in programma a Trento sul tema del contrasto all’inquinamento prodotto dalla combustione della biomassa legnosa ad uso domestico, è quello di approfondire i temi relativi alle migliori tecnologie disponibili, ai fattori di emissioni degli impianti, alle metodiche di monitoraggio e controllo delle emissioni in atmosfera ed alle nuove fonti emissive emergenti. Offre inoltre un utile momento di confronto anche con le Amministrazioni locali per condividere le buone pratiche diffuse sul territorio ed individuare possibili soluzioni a questa problematica che riguarda la salute umana e l’ambiente. Nel territorio della Provincia autonoma di Trento la combustione della biomassa legnosa in impianti domestici è responsabile di circa l’80% delle emissioni primarie di polveri sottili, e rappresenta un fattore particolarmente problematico per la qualità dell’aria nella stagione invernale, in particolare nei contesti vallivi nei quali il riscaldamento a legna è ampiamente diffuso e le condizioni meteo-morfologiche sono meno favorevoli alla dispersione degli inquinanti.

 

L’evento è rivolto ai funzionari delle Province autonome di Trento e Bolzano e dei Comuni e vede la partecipazione di ISPRA ed ENEA. Nella prima giornata di lavoro un tavolo tecnico dal titolo “Condivisione e scambio di dati ed informazioni disponibili in materia di valutazione e gestione della qualità dell’aria e nel settore delle biomasse”, garantirà un’importante occasione di confronto tra Ministero, Enti di ricerca e soggetti provinciali, tra i quali l’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente, l’Agenzia per la protezione delle risorse idriche e l’energia. Saranno inoltre coinvolti altri portatori di interesse delle due Province, quali le associazioni di categoria dei costruttori e manutentori di impianti, fumisti, spazzacamini.
 

Nella seconda giornata di lavoro, il laboratorio costituirà invece un momento di raccordo e discussione con i rappresentanti delle autorità comunali. Saranno forniti aggiornamenti circa quanto emerso recentemente nell’ambito del Clean Air Dialogue con la Commissione Europea svoltosi a Torino il 4-5 giugno scorsi, e del nuovo protocollo per il miglioramento della qualità dell’aria sottoscritto in tale sede dai principali Ministeri nazionali. Argomenti di confronto saranno ad esempio i controlli e le manutenzioni di impianti, la gestione dei fenomeni acuti di inquinamento atmosferico, il rapporto coi cittadini per crescere e affrontare insieme le problematiche, l’utilizzo del conto termico come strumento per il rinnovo del parco di apparecchi a legna.



 

 
Per maggiori approfondimenti: