Logo per la stampa
 
 

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente

 

Approvato il marchio Eco-Eventi Trentino

Disposto dalla Delibera di Giunta Provinciale n°686 del 20 aprile 2018, il marchio Eco-Eventi Trentino è rilasciato dall'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente.

Dopo aver creato un marchio di qualità ambientale per i punti vendita della distribuzione organizzata (Ecoacquisti Trentino, 2010), uno per i servizi di ristorazione (Ecoristorazione Trentino, 2012) e uno per le produzioni cinematografiche (T-Green Film, 2016), la Provincia autonoma di Trento ne ha creato uno specifico anche per gli eventi: Eco-Eventi Trentino.

Un marchio per rendere sostenibili tutti gli eventi
Disposto dalla Delibera di Giunta Provinciale n°686 del 20 aprile 2018, il marchio Eco-Eventi Trentino sostituisce il marchio Ecofesta Trentino, approvato sempre dalla Giunta Provinciale nel 2008, che risentiva di limiti riguardo al campo di applicazione (solo le feste in senso stretto) e al contenuto (solo poche azioni per la riduzione e la gestione dei rifiuti). Il marchio Eco-Eventi Trentino, invece, può essere applicato, entro i confini provinciali, a qualunque tipologia di evento inteso come "incontro pianificato di persone, in un determinato luogo e momento, in cui un'esperienza viene condivisa e/o un messaggio comunicato" (norma ISO 20121, 2013), con l'obiettivo di renderlo sostenibile riguardo a ogni aspetto ambientale, ovvero "ideato, pianificato e realizzato in modo da minimizzare l'impatto negativo sull'ambiente e da lasciare una eredità positiva alla comunità che lo ospita" (United Nations Environment Programme UNEP, 2009).

Un disciplinare partecipato e sperimentato
A partire dal 2016, un apposito Tavolo di lavoro, presieduto dall'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente (APPA) e partecipato da soggetti in grado di rappresentare il variegato mondo degli organizzatori di eventi in Trentino, ha discusso e abbozzato un disciplinare che poi è stato testato su 10 eventi di varia tipologia, allo scopo di individuare le azioni più efficaci da un punto di vista ambientale e al tempo stesso effettivamente applicabili. Il risultato è stato l'approvazione di un disciplinare fatto di 10 azioni obbligatorie, ovvero le più significative dal punto di vista dell'efficacia/applicabilità, e di 60 azioni facoltative che assegnano un punteggio tanto più alto quanto più l'azione è significativa.

Le azioni obbligatorie
Le 10 azioni obbligatorie sono le seguenti:
- somministrare acqua del rubinetto
- fare la raccolta differenziata
- somministrare il cibo in modo da evitare sprechi
- promuovere l'asporto del cibo non consumato
- alloggiare gli ospiti nei pressi dell'evento
- proporre piatti a filiera locale
- proporre piatti vegetariani
- nominare un responsabile della sostenibilità
- fare informazione ambientale
- seguire un percorso di formazione ambientale

Le azioni facoltative
L'organizzatore può scegliere quali delle 60 azioni facoltative implementare tra un'ampia gamma distribuita nelle 9 sezioni tematiche in cui è diviso il disciplinare:
- 13 azioni in "Riduzione e gestione dei rifiuti"
- 1 in "Lotta allo spreco alimentare"
- 10 in "Consumi energetici sostenibili"
- 4 in "Mobilità sostenibile"
- 6 in "Sostenibilità alimentare"
- 4 in "Riduzione del rumore"
- 7 in "Sostenibilità sociale"
- 12 in "Altre azioni per la sostenibilità"
- 2 in "Cultura ambientale"
- 1 "Bonus"

Il rilascio del marchio, le verifiche e il ruolo di APPA
Il rilascio del marchio "Eco-Eventi Trentino" è effettuato dall'APPA e avviene con una procedura diversa a seconda che si tratti della prima richiesta o di richieste successive, distinguendo una categoria "Principiante" (procedura semplificata) e una categoria "Pro" (procedura completa):
- categoria "Principiante" (prima richiesta o richieste successive senza aver ottenuto il marchio): è sufficiente attuare le 10 azioni obbligatorie
- categoria "Pro" (richieste successive alla prima dopo aver ottenuto il marchio): è necessario inoltre raggiungere 10 dei 100 punti complessivi messi in palio dalle azioni facoltative
La verifica dell'effettivo rispetto delle azioni è svolta dalla stessa APPA prima, durante e dopo l'evento, mediante analisi documentale e sopralluoghi presso le sedi in cui gli eventi si svolgono.

 
Per ulteriori approfondimenti: